I miei libri
Cerca nel blog
Links
Blog
Blog
Da Gabriele Salari il 27/12/2009 0.00

Il Natale 2009 ha per me gli occhi della bellissima Lucica, che pranza al mio tavolo per il tradizionale pranzo organizzato dalla Comunità di Sant'Egidio. Non è un'unico pranzo a Santa Maria in Trastevere, come molti pensano, ma sono centinaia in altrettante parrocchie romane e poi in giro per l'Italia e per il mondo. Io quest'anno sono tornato al Cristo Re, piazza Mazzini, vicino la Rai. Come prima cosa sono andato a prendere Lucica e le sue due bambine, Erica e Beatrice, alla stazione di Prima Porta. Avevano fatto 4 chilometri a piedi per arrivarci perché a Natale il pulmino dal campo nomadi alla stazione non funziona. Fatalmente Erica, 2 anni, si è addormentata in macchina anche perché si era svegliata alle 6, come tutti i giorni, per vedere i cartoni animati.
Do ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 24/12/2009 0.00

Quell'extracomunitario di Gesù bambino sta per nascere ancora una volta. Bel coraggio, in quest'Italia post terremoto d'Abruzzo e pre terremoto elettorale a marzo.
Non dimentichiamoci dell'Abruzzo, cerchiamo di andare a visitare questa stupenda regione per sostenerne l'economia e acquistiamo i suoi prodotti. Personalmente ho portato alla famiglia che mi ha ospitato a Copenhagen un salame comprato a Campotosto (Aquila), del Montepulciano d'Abruzzo e il torrone prodotto a Bazzano, epicentro sismico.
Per parlare del Veneto, poi, importante regione dove presto si va al voto: “Venezia è stata 900 anni di apertura. Qui si pubblicavano i libri che altrove si bruciavano, qui veniva chi altrove non poteva scrivere e parlare. Giorgione non sarebbe stato Giorgione senza ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 24/12/2009 0.00

Grazie a Radio Radicale che ha registrato l'intero appuntamento pubblico il mio intervento all'iniziativa pubblica del 14 novembre 2009 a Roma (Hotel Palatino), dal titolo “Un futuro ecologista. Ripartiamo dal pensiero verde per una nuova costituente ecologista - Convention con il Presidente dei Verdi Angelo Bonelli”.
Vi hanno partecipato verdi, esponenti della società civile, delle imprese della green economy, movimenti e comitati di cittadini. Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 23/12/2009 0.00

Oggi incontrerò i figli dei dipendenti di Altran a Roma, per presentare loro il mio libro “Sos Natura – Come difendere il pianeta Terra” (Giunti junior editore). Mi rivolgo a voi dipendenti, perché la vostra è una grande società, e mi sono reso conto partecipando alla conferenza sul clima di Copenhagen che è l'ora che il mondo delle imprese si svegli e faccia la sua parte nella battaglia contro il cambiamento climatico.
E' inutile aspettare i governi nazionali che ci lasciano poi l'amaro in bocca come in quest'ultima occasione. Lo so che Altran ha già contribuito a “Solar Impulse”, un aereo che vola solo con l'energia del sole, per la parte ingegneristica.
Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 21/12/2009 0.00

Rientrando da Copenhagen e dalla delusione lo sguardo torna sui platani di piazza Gentile da Fabriano, a Roma, che alcuni comitati cercano di salvare. Saldano bene dunque le due battaglie, quella globale e quella locale, le parole di Michele Serra su Repubblica di ieri:
“Chiunque di noi ha almeno un albero nel cuore e nella memoria. Ne conosce la sagoma, la fisionomia estiva e quella invernale, l' ombra, il colore, il rumore della chioma quando è battuta dal vento. Ogni albero è un individuo. Le impressionanti, dolorose campagne contro la deforestazione sono costrette a fare leva sullo sterminio di massa, sul crimine ambientale, sui colpi durissimi inflitti all' ecosistema per fare posto ai pascoli, che sono la fabbrica dei nostri hamburger. Ma ogni albero è un individuo, ogni ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 19/12/2009 0.00

È finita come poteva, come doveva. Mi sembra dica così una canzone d'amore e così la nostra appassionata ricerca di un tentativo di salvare la Terra dal cambiamento climatico. Pochi soldi, forse. Nessun taglio certo alle emissioni, certamente. Un bilancio più deludente non potevamo farlo. I protagonisti sono stati ancora questa notte i Paesi africani e i piccoli stati insulari. Ne ero convinto ieri pomeriggio quando sul treno che mi portava all'areoporto ho dovuto chiudere al volo un pezzo per “Famiglia Cristiana” (in edicola il prossimo giovedì) senza avere la palla di vetro per capire come finisse. Una delle novità di questo vertice, ho scritto, è che questi Paesi sono stati al centro dei negoziati. E presi in giro, potrei aggiungere oggi. Poco dopo le 3 di not ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 18/12/2009 0.00

La regina è stata scortese, mica mi ha invitato a palazzo ieri sera. Eppure quando l’avevo vista domenica scorsa alla cerimonia in cattedrale mi era sembrata molto cordiale, una come noi. Stava in prima fila e cantava. Chissà che faccia avrà fatto ieri quando ha visto due attivisti di Greenpeace fare il loro ingresso indisturbati, subito dopo Hillary Clinton. La notizia mi è arrivata ieri sera mentre facevo il bilancio di queste giornate e i giornalisti mi hanno poi chiamato anche di notte per averne conferma. Ma come avranno fatto ad entrare? Questa la domanda di tutti, ma tanta esperienza ai G8 e ad altri vertici sarà servita, no?
Solo in un paio di occasioni nella mia esperienza di ufficio stampa a Greenpeace abbiamo fermato un treno sbagliato o atteso invano una ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 17/12/2009 0.00

Vestito con l’abito delle feste degli Indios, Evo Morales, presidente boliviano, ha appena terminato il suo intervento alla Cop15 lanciando una proposta davvero interessante che gia’ raccogliere consensi, quella di istituire nell’ambito delle Nazioni Unite, un tribunale ambientale che giudichi chi non rispetta il Protocollo di Kyoto e gli altri trattati sul clima che verranno. Giustizia, ci vuole giustizia, questo chiedono a gran voce i rappresentanti di molti Paesi in via di sviluppo a questa conferenza. E’ nata anche una nuova parola, “giustizia climatica”, usata da una vasta coalizione di Ong per chiedere che si presti attenzione alle nazioni che per prime soffriranno del cambiamento climatico, quelle piu’ povere.
Sulla stessa linea il film “La sindrome del Titanic”, che ieri sera ho avuto ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 16/12/2009 0.00

Al Bella Center vengono serviti pasti biologici al 65% e il piu’ possibile a chilometri zero, ma non e’ che in Danimarca si producano abastanza alimenti per un menu’ variato e gustoso. Dall’organizzazione comunicano comunque che durante le due settimane di conferenza avremo consumato la bellezza di 10 mila polli bio (oggi c’era faraona ripiena o agnello, sono stato indeciso fino all’ultimo), 50 tonnellate di Patate (ecchettelodicoaffa’), 2 tonnellate di couscous (ebbene si’, la Lega non approverebbe) e 5 tonnellate di pesce. Di bello poi c’e’ che distribuiscono cioccolata del commercio equo e solidale gratis al bar, che serve per tirarsi su: ore e ore in un ambiente artificiale con l’aria secchissima, in compagnia di 22 mila persone non e’ facile. Il caffe’ pure e’ equo e solidale e anche ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 16/12/2009 0.00

C’ e’ molto nervosismo oggi al Bella Center per le manifestazioni delle Ong.
Appena entro nel centro congressi, alcuni rappresentanti di associazioni sono a terra con dei cartelli, circondati da diversi fotografi e da un cordone di sicurezza delle Nazioni Unite. Sono stato cacciato in malo modo da questi agenti nonostante il badge stampa: "Non sono affari tuoi cosa succede qui, allontanati", impossibile quindi a distanza leggere
i cartelli degli attivisti, chi fossero e cosa chiedessero.
Nella lunga marcia sotto il nevischio per raggiungere il centro ho visto anche altri attivisti che avevano violato in bicicletta la zona interdetta che venivano caricati sui mezzi della polizia. L’unico ponticello su un canale che poteva servire a raggiungere il Bella ... Leggi tutto »

Tweet