I miei libri
Cerca nel blog
Links
Blog
Blog
Da Gabriele Salari il 23/12/2010 12.04

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto legislativo che smembra il Parco nazionale dello Stelvio a favore delle amministrazioni locali. Il passaggio, fortemente gradito alla provincia autonoma di Bolzano, per stessa ammissione della Svp, era stato promesso da Berlusconi agli autonomisti altoatesini in cambio dell'astensione nel voto sulla mozione di sfiducia dello scorso 14 dicembre.
Un momento davvero triste per i parchi e le aree protette. Hanno iniziato con i parchi regionali in alcune Regioni (ad esempio l’Umbria), dandoli alle Comunità montane e ora lo spezzettamento prosegue con i parchi nazionali. Dove finiremo?
Intanto a L’Aquila è stato inaugurato il primo monumento restaurato, la fontana delle 99 Cannelle. Sarà stato grazie a Berlusco ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 18/12/2010 12.33

Oggi a Spello, nella Basilica di Santa Maria Maggiore, viene inaugurata una mostra fotografica sugli interni delle case umbre e vengono premiate le foto migliori che sono state pubblicate nel calendario 2011 de “La Squilla”, mensile d'informazione religiosa, culturale e sociale di Spello.
Tra le foto premiate, quella che ho scattato a Rasiglia, splendida frazione di Foligno, nell'ambito di un servizio realizzato per “Plein Air”, di prossima pubblicazione. Viene ritratta una cantina nel centro storico in cui spicca un carretto rosso in ottimo stato di conservazione, una carriola carica di legna, una vecchia stufa e altre suppellettili. Approfittate della mostra per visitare Spello che in questo periodo di fe ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 15/12/2010 14.32

Sto facendo delle ricerche per un libro sull'ambientalismo a cui sto lavorando da qualche mese.
Mi trovo nella biblioteca del Touring Club Italiano presso la Triennale di Milano. Mi ha incuriosito trovare una raccolta di “Modus Vivendi” con in bella mostra i numeri del 2000-2001, visto che allora ero redattore di questa rivista.
Uno degli studenti che circolano qui aveva messo un segno proprio su un'inchiesta sul nucleare che feci allora, a 15 anni dal disastro di Chernobyl. Visto che il progetto a cui sto lavorando prende spunto dal venticinquennale, che sarà l'anno prossimo, sono andato a rileggerla. L'attenzione era rivolta ai pericolosi viaggi che compiono le scorie e non è cam ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 13/12/2010 8.00

La stagione di caccia apre ancora una volta delle riflessioni. Credo, per la prima volta, i cacciatori hanno pagato una pubblicità sui giornali per sostenere che la caccia non è selvaggia ma regolamentata molto severamente in Italia. Effettivamente esistono delle leggi che pongono dei paletti all'attività venatoria (non molti, visto che vige ancora l'odioso articolo del codice civile in base al quale col fucile si può entrare impunentemente nella proprietà altrui!) ma i controlli chi li fa? Domenica scorsa camminavo con degli amici nel parco regionale del Monte Subasio, dove quindi ogni attività venatoria è vietata; il suolo era coperto di neve (e quindi anche se non fosse area protetta, la caccia sarebbe vietata) e infine il simpatico bracconiere che abbiamo incroci ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 06/12/2010 13.27

Quello che pubblico non è un mio post ma l'editoriale di Lillo Alaimo Di Loro, vicepresidente Aiab (Associazione Italiana Agricoltura Biologica) pubblicato sull'ultima newsletter. Non avrei potuto scrivere nulla di diverso. L'anno scorso ero a Copenhagen e se quest'anno non sono a Cancùn posso rimpiangere le spiagge ma non la Cop sul clima che purtroppo approderà a ben poco.Conoscete la storia di Fofò? Successe che la corazzata ammiraglia della marina militare di un potente impero, incrociando le acque dell’oceano, in un notte senza stelle, scorge una luce all’orizzonte, pericolosamente in rotta di collisione. Il primo ufficiale allertato dalla vedetta trasmette personalmente questo ordine: sono il primo ufficiale della nave ammiraglia della marina del grande imperatore, ti ord ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 02/12/2010 15.15

Bisogna ricordare oggi, come sta facendo in queste ore “Fahreneit” su Radio Tre, Pasquale Antonini. Volontario della Misericordia di Magione, gruppo di protezione civile a cui apparteneva, è deceduto durante il tentativo di piazzare, assieme ad altre due persone, un'idrovora per fermare l'allagamento di un cavalcavia durante la piena di un torrente nella zona di Solomeo, frazione di Corciano, in provincia di Perugia. Aveva 34 anni.
Dopo essere scivolato nel letto di melma ed aver cercato invano di aggrapparsi all’argine, è stato trascinato per un tratto, fino a precipitare in un piccolo fosso, profondo poco più di un metro ed è stato risucchiato dalla forza dell'acqua e del fango.
Antonini lavorava come fabbro, ed era volontario della Misericordia di Magion ... Leggi tutto »

Tweet