I miei libri
Cerca nel blog
Links
Blog
Blog
Da Gabriele Salari il 24/05/2011 17.29

Nell’ambiente si diffondono sempre di più sostanze che interferiscono negli equilibri ormonali e riproduttivi di persone e animali. Ma c’è un legame tra inquinamento ambientale e infertilità? La placenta può proteggere il bambino dalla trasmissione madre-figlio degli agenti inquinanti? Un ambiente tutelato è davvero in grado di favorire la salute dell’uomo garantendo una migliore qualità di vita? Nell’ambito del mese delle Oasi WWF, giovedì 26 maggio a Popoli (Pescara), verranno presentati i primi risultati di “PREVIENI”, uno studio sulla trasmissione delle sostanze chimiche tossiche e i loro effetti sulla fertilità, la salute e le specie animali, condotto dal WWF con l’Istituto Superiore Sanità, il Dipartimento Salute della Donna e Medicina del Territorio-Univ ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 21/05/2011 12.31

Nessuno parla del referendum sull'acqua. Per fortuna lo fa un arzillo 98enne, Arturo Paoli, sulla rivista “Rocca”, edita dalla Cittadella di Assisi. Missionario in America Latina per oltre 40 anni Paoli ne sa qualcosa della privatizzazione dell'acqua. E affronta il tema con una prospettiva interessante: “La vendita dell'acqua potabile è uno degli episodi più toccanti del dilagante ateismo moderno. Si nota scientificamente il calo dell'affettività nelle persone umane, e sarebbe difficile chiedere oggi uno schieramento per impedire questo misfatto e giudicarlo come un attentato religioso. Vorrei, avendo i piedi sulla porta che conduce all'eternità, gridare sui tetti che voglio lavorare per la vita che per me è amore ed è dono di Dio e quindi a buon diritto mi sento come Fra ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 18/05/2011 8.01

Però se me la danno la luna sono contento e ieri sera me l'hanno data. Gli astrofili del gruppo Antares, dei volontari che gestiscono l'osservatorio astronomico di Foligno.
Che storia straordinaria, questa è la nostra Italia. Una torre medioevale poligonale, detta dei 5 cantoni, l'ultima rimanente a Foligno, ospita questa struttura pubblica gestita da volontari che gratuitamente ti danno modo di usare un telescopio semiprofessionale e ti spiegano quello che ti interessa sul cosmo. Ieri sera ho visto Saturno, con i suoi anellini e poi Titano, giusto lì vicino. Per sbaglio ho visto anche Arturo (ciao Artu), stella bistrattata eppure così luminosa e simpatica a prima vista. E poi la luna, la luna piena, gialla, con tutti i suoi crateri. Come si vedeva bene ingrandita 300 volte, ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 16/05/2011 8.50

In un blasonato caffè di via Lagrange, a Torino, dove mi trovo per il Salone del Libro, mi dicono che sono spiacenti ma non possono servirmi un bicchiere d’acqua del rubinetto insieme al caffè e alla tortina con crema gianduia che ho ordinato. Non è consentito. “Ma come, dico, a Torino avete una delle migliori acque d’Italia?”. La signora sabauda nicchia, a casa, dice beve anche lei acqua di rubinetto ma al bar non può servirla. Mi pare strano e comunque so cosa votare al referendum sull’acqua il 12 giugno.
Nelle città dove l'acqua è a volte migliore della minerale, come Torino, ma come anche Roma, caricarsi di bottiglie di plastica per bere è quantomai bizzarro. Sull'acqua il marketing dà il meglio e si sta facendo di tutto per non parlare ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 10/05/2011 12.17

Si parlerà anche del monte Subasio al Salone del libro di Torino, che si apre dopodomani.
Giovedì 12 maggio (ore 15,30 – stand Regione Umbria), l'Associazione editori umbri ospita infatti un incontro con Gabriele Salari, autore di “DIARIO UMBRO – un anno sul monte Subasio tra santi, lecci e poeti” (Edizioni Era Nuova).
“Un paese ci vuole, non fosse che per il gusto di andarsene via. Un paese vuol dire non essere soli, sapere che nella gente, nelle piante, nella terra c’è qualcosa di tuo, che anche quando non ci sei resta ad aspettarti” scriveva Cesare Pavese.
Sul filo di sensazioni, ricordi ed esperienze Salari verrà intervistato dal giornalista de La Stampa Carlo Grande, scrittore e giornalista de La Stampa, autore de "La vi ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 09/05/2011 22.24

“Mamma cosa ci fanno questi elicotteri sopra casa?” chiedevo a mia madre 33 anni fa, mentre mi accompagnava a scuola. “Stanno cercando chi ha rapito il presidente”. E non capivo poi perchè dovessero cercarlo fermando le macchine, anche la nostra 500 bianca, un giorno sì e un giorno no. “Ma chi è stato a rapirlo, sono stati i cattivi?”. Così ricordo i giorni del rapimento di Aldo Moro a Roma. Oggi è la giornata in cui si ricordano le vittime del terrorismo ed è stata scelta questa data perchè proprio il 9 maggio 1978 assassinarono Moro.
A me viene in mente anche Vittorio Bachelet (assassinato dalla Brigate Rosse due anni dopo) perché quando ero studente universitario ho conosciuto il figlio, Giovanni, un cattolico che ispirava molta fiducia e che l'Ul ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 03/05/2011 9.11

Oggi è la giornata mondiale per la libertà di stampa. Capita quest'anno in un momento storico in cui in diverse parti del mondo soffiano venti di libertà contro la dittatura e ci rendiamo conto di quanto preziosa è questa libertà che noi, malgrado tutto, diamo per scontata in Europa.
Il disastro di Fukushima ci ha fatto vedere poi, ancora una volta, come sia difficile anche in un avanzato Paese occidentale, avere un'informazione pubblica trasparente in questi casi.
Non siamo al livello di Chernobyl, ma anche in questo caso si è taciuto, negato, distorto, manipolato. L'informazione è un bene pubblico, un bene comune, un po' come l'acqua per la quale andremo al referendum il 12 giugno. In questa giornata particolare mi piace ricordare un taxis ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 02/05/2011 8.10

Un tappeto di ovatta bianca che copre il fiume sui cui pagaiamo dolcemente. E' la lanugine dei pioppi che cade in questa stagione e crea un manto magico. Ancora il bianco delle garzette che si alzano in volo al passaggio delle nostre canoe contribuisce a creare quest'atmosfera, un cormorano che usa il Tevere come pista di decollo, una poiana che sorvola la campagna umbra, siamo a pochi chilometri da Todi. Anche quest'anno ho voluto fare una tappa della Discesa internazionale del Tevere in canoa e questo tratto di fiume è uno dei più belli, con le gole del lago di Corbara che si aprono all'improvviso. O meglio non proprio inaspettate, dopo oltre 20 chilometri di pagaiata, a tratti faticosa, con vento cont ... Leggi tutto »

Tweet