I miei libri
Cerca nel blog
Links
Blog
Blog
Da Gabriele Salari il 28/09/2011 13.50

L'ambientalista keniota Wangari Maathai è morta il 25 settembre a Nairobi. Nel 2005 Wangari Maathai è diventata la prima donna africana a ricevere il Nobel per la Pace.
L'ho incontrata a dicembre 2009, a Copenhagen, in occasione della Cop15, la conferenza delle Nazioni Unite sul cambiamento climatico. Mi ha colpito il suo sorriso e la sua determinazione, la forza con cui esprimeva le sue convinzioni. Non poteva essere diversamente per una donna che è stata la prima dell'Africa orientale a ottenere un dottorato di ricerca. Nel 1977, Maathai ha fondato il Green Belt Movement, un gruppo ambientalista che ha restituito le foreste indigene e assistite le donne rurali pagandole per piantare alberi nelle loro comunità. Da allora ha piantato oltre 30 milioni di alberi in Kenya e ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 25/09/2011 8.37

Alla Marcia per la pace che si svolge oggi, per il cinquantesimo anno, da Perugia ad Assisi, parteciperanno anche i rappresentanti della campagna “L'Italia sono anch'io”.
Oggi nel nostro Paese vivono oltre 5 milioni di persone di origine straniera. Molti di loro sono bambini e ragazzi nati o cresciuti qui, che tuttavia solo al compimento del 18° anno di età si vedono riconosciuta la possibilità di ottenere la cittadinanza, iniziando nella maggior parte dei casi un lungo percorso burocratico. Nonostante siano, in molti casi, più italiani di noi. Una vera ingiustizia che non ha ragione di essere. Sul Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 22/09/2011 7.59

4:44, ultimo giorno sulla Terra. Il film di Abel Ferrara, in concorso al Festival di Venezia, è solo l’ultimo di una lunga serie di pellicole relative alla fine del mondo. Si concentra sull'ora esatta in cui l'evento è previsto e ci racconta le 24 ore precedenti nella vita di una coppia e di una città (New York, appena accennata, perché quasi tutto girato in interni). Nelle prime scene la coppia si dedica lungamente all'attività più piacevole che l'uomo (e la donna) conoscano, ma poi scatta l'ansia di dover salutare tutte le persone più care prima che il mondo finisca. E come lo fanno? Con Skype, questo strumento del demonio che ti consente di vedere qualcuno dall'altro capo del mondo ma di non poterlo sfiorare, angoscia che prova il protagonista nel dialogo con la fami ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 19/09/2011 11.41

Non parlerò dei quotidiani come giornalista perché collaborando con alcune testate potrei non essere obiettivo, mentre come lettore posso raccontare le mie impressioni.
“Il Tempo” è il giornale della mia infanzia, lo riportava a casa mia madre alle 14, tornando dall'ufficio e mi piaceva leggerlo, titoli grandi e chiari. Non era certo un organo politico all'epoca ma un quotidiano romano autorevole. I ricordi sono comunque sbiaditi perché la testata pure sbiadì presto e fu sostituita in casa quando ero ancora adolescente da “La Repubblica”.
“Il Corriere della sera”, invece era il giornale che riportava mio padre la sera quando tornava dall'ufficio, quindi per me è sempre stato davvero “della sera” e mi piaceva meno dell'altro. Era un po' come uno ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 14/09/2011 10.12

Forse se lo sentiva che per il nucleare non tirava un'aria buona. Proprio una settimana fa Umberto Veronesi lasciava la guida dell'Agenzia per la sicurezza nucleare.
Ora l'incidente a un impianto nucleare francese, abbastanza vicino alla frontiera italiana da allarmarci.
Non si capiva comunque come mai un oncologo avrebbe dovuto presiedere un'agenzia di ingegneri nucleari, fatto sta che uno degli emendamenti alla manovra in discussione prevede la soppressione dell'Agenzia e il
trasferimento dei compiti all'Authority per l'energia.
Il professore ha comunicato al governo la sua decisione con una lettera in cui, in sintesi, definisce l'organismo come "nato asfittico" e che "non ha mai preso forma". Mancava, ad oggi, il decreto formale d ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 06/09/2011 14.49

Ieri è stato l'anniversario della morte di Angelo Vassalo, il “Sindaco ecologista”, primo cittadino di Pollica, nel Cilento. Era stato eletto per la prima volta nel ’95 come esponente dei Verdi. Si era distinto prima di tutto come uomo onesto, schierato contro ogni forma di illegalità e la Magistratura ipotizza in un “no alla camorra” la motivazione del delitto. Era impegnato per uno sviluppo sostenibile e per un turismo rispettoso dell’ambiente. Prima sua azione: far funzionare il depuratore per un mare sempre pulito, facendo guadagnare al suo paese le “5 Vele di Lega Ambiente” e la “Bandiera Blu”. Diventato Presidente della “Comunità   del Parco del Cilento”, inaugurò un sistema antincendio all’avanguardia. Realizzò la raccolta differenziata e cre& ... Leggi tutto »

Tweet