I miei libri
Cerca nel blog
Links
Blog
Blog
Autore: Gabriele Salari Creato: 20/11/2008 22.45
Il mio blog

Da Gabriele Salari il 28/06/2010 0.00

Partirà a novembre la quinta edizione del master in Comunicazione Ambientale, nato dalla collaborazione tra il Centro Studi CTS e il mensile Modus Vivendi.
Anche quest'anno terrò la mia lezione sull'ufficio stampa e sono molto curioso di conoscere gli studenti, da cui c'è sempre qualcosa sa imparare.
Il master dura 8 mesi, di cui 4 di aula part-time e 4 di stage garantito a tutti i partecipanti, e si concentrerà su tre aree: giornalismo, divulgazione e green economy. Lo scopo è formare comunicatori ambientali in grado di inserirsi immediatamente nel mondo del lavoro: redazioni di giornali, radio e tv, b ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 25/06/2010 0.00

Sono andato a vedere “Le Quattro Volte” sperando che assomigliasse a “Il tempo fa il suo giro” e un po' lo ricorda anche se qui siamo nel campo del documentario puro, quasi muto. Si sente solo il belare umano, umanissimo dei capretti e capisci perchè tanti di noi diventerebbero vegetariani se dovessero sgozzarli da soli.
Protagonisti del film, diviso idealmente in quattro parti sono: il pastore, le capre, l’albero, il carbone. I quattro elementi della natura, se volete.
E' un film fatto di silenzi e contemplazione (ricordate “Il Grande Silenzio”?), ma il tentativo secondo me è un po' troppo ardito. A Cannes è stato presentato nella Quinzaine des réalisateurs. Siamo nella Calabria più profonda,  tra mestieri antichi e forse quello che pi ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 22/06/2010 0.00

Approfittando delle detrazioni fiscali per gli infissi a risparmio energetico, sto sostituendo i vecchi finestroni della casa che disperdevano tantissimo calore. Inutile dire che la scelta sia andata sul legno.
Larice da piantagione perché il pino mi dicono che sia meno resistente per quanto più economico. A Collepino deve sopportare però la tramontana, la pioggia e qualche occasionale nevicata, oltre al sole estivo. Ma come capire se il legno che userà il mio falegname è Fsc (Forest Stewardship Council), l'unico marchio che garantisce la provenienza sostenibile?
Ho provato a chiederglielo ma non conosceva il marchio, mi ha detto invece il nome della segheria in Veneto da cui si rifornisce, una delle maggiori.
Ebbene, con mia grande soddisfazio ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 14/06/2010 0.00

Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 03/06/2010 0.00

Debutta in Italia l'ipad e i grandi giornali ci si buttano fiutando
che questo potrebbe essere il futuro della carta stampata, o almeno un segmento importante di lettori potrebbe spostarsi sulla tavoletta elettronica. Trovo davvero interessante lo spot realizzato da “La Stampa” con lo slogan “Ferma il tempo e leggi il mondo” per la scelta delle immagini e delle suggestioni che vuole regalare. Vediamo un giovane manager, jeans e giacca blu, che inizia la lettura con una tazza di caffè in un locale dall'arredamento moderno ma molto freddo.
La scena si sposta in un circolo di canottaggio sul Po, a Torin ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 25/05/2010 0.00

Sono tornato da una bellissima esperienza in Calabria, quella del Progetto Gutemberg, per la promozione della lettura. Grazie al preside del liceo classico di Catanzaro, Armando Vitale, si tiene da 8 anni una manifestazione che porta i ragazzi a studiare i libri di numerosi autori di varia provenienza per poi incontrare e intervistare gli autori. Quest'anno c'erano tra gli altri Gianfranco Fini, Carlo Petrini, Vandana Shiva, Kerry Kennedy e tanti altri che è difficile elencarli tutti. I ragazzi arrivano non solo dopo un anno di lettura del libro ma anche dopo averne già discusso in un'"Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 18/05/2010 0.00

Sabato scorso, a Perugia, ho visitato la mostra fotografica di Steve McCurry, un fotografo del National Geographic che racconta con immagini toccanti diversi Paesi, volti e storie, dalla guerra del Golfo alla Birmania, dall'India all'Afghanistan. Sembra che i volti parlino, camminino verso chi li guarda. Merito del fotografo ma anche dell'allestimento spettacolare all'interno della Galleria nazionale dell'Umbria. Proprio le foto scattate a Herat e Peshawar mi avevano colpito e lasciato un segno. Il giorno dopo, domenica, ho partecipato per la prima volta alla Marcia della Pace, da Perugia ad Assisi. Chi l'avrebbe detto che il giorno dopo ci sarebbe stato l'attentato in Afghanistan con anche una ragazza, 27 anni, di Foligno, tra le vittime. Per fortuna Cristina è viva e tornerà presto a casa. ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 14/05/2010 0.00

Il car sharing sta prendendo sempre più piede nelle grandi città, ma io credo che sia una soluzione ideale anche per i piccoli centri dove abitano anziani e persone sole che dipendono dall'auto per gli spostamenti e magari non possono permettersela o devono aspettare che siano i figli a venirli a prendere e scarrozzare. Nel paese dove abito quando non sono a Roma, Collepino di Spello, mi sono dato invece al “cat sharing”, il gatto in condivisione.
Un simpatico cucciolo è stato abbandonato da ignoti ed è diventato il beniamino di tutti. Da me viene per dare la caccia alle mosche che si schiantano sul finestrone e per farsi coccolare. Ha anche scelto il suo letto, quello in basso del letto a castello, e non c'è verso di schiodarlo.

Da Gabriele Salari il 13/05/2010 0.00

Sono andato a vedere “Oceani”, splendido documentario francese sul viaggio di una tartaruga attraverso l'oceano, proposto per di più in 3D. Immagini strepitose di squali, razze, mante, balene. Un trionfo di biodiversità, di colori, luci e colonna sonora molto curata.
Però, c'è un però... La versione italiana, per evidenti esigenze di box office, ha il commento di Aldo, Giovanni e Giacomo. Ecco, sono riusciti a violentare il film con questa scelta, perché il loro intervento è chiaramente posticcio e inopportuno. Intanto la protagonista del film è una tartaruga e quindi bene sarebbe andata una voce, magari femminile e delicata, che le desse parola. I tre uomini sghignazzanti che si pretendono passeggeri di un'astronave rappresentata da ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 10/05/2010 0.00

Approvata la legge secondo cui è obbligatorio il caschetto in bicicletta fino a 14 anni.
Legge sacrosanta ma perché non estendere l'obbligo a tutti? Personalmente metto il caschetto perché penso che pedalare a Roma (ma lo metto anche in Umbria dove si rischia di finire in un fosso prendendo male una curva!) sia pericoloso esattamente come andare in motorino, né più, né meno. La bicicletta va più piano ma è anche meno stabile e meno rispettata dagli automobilisti e dalle altre due ruote. E poi, in discesa, ho verificato che raggiungo i 48 chilometri orari, il limite in città è di 50, quindi perché tante differenze nell'obbligo del casco?

 

Tweet