I miei libri
Cerca nel blog
Links
Blog
Blog
Autore: Gabriele Salari Creato: 20/11/2008 22.45
Il mio blog

Da Gabriele Salari il 24/02/2011 7.32

Stefano Unterthiner, un giovane fotografo valdostano, che ho avuto modo di conoscere, ha vinto il secondo premio del World Press Photo, sezione natura, con la foto di cigni selvatici qui accanto. Stefano ha impiegato anni per inseguire i cigni selvatici attorno al globo e realizzare un libro, “Gli angeli dell'inverno” (Edizioni Ylaios) che è pura poesia, pura fotografia d'autore e un tesoro di suggestioni per chi ama la natura. Noi non potremo andare in Giappone o in Finlandia al momento del disgelo, come ha fatto Stefano, e quindi viaggiamo con lui. Su ali di cigno. Animali delicati e nobili, che per fortuna non sono mai stati amati dai cacciatori perché la loro carne non è gradevole. Animali gelosi e possessivi, per nulla fiabeschi quanto a carattere. Peccato che qui vicino, a Colfiorito, ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 21/02/2011 16.08

Sono sempre più convinto che la vera rivoluzione, nella società attuale, riuscire a consumare prodotti genuini e che non vengano dall'altra parte del mondo. Di orti urbani, gruppi di acquisto solidale (GAS), cibo a “chilometro zero”, nuove forme di socialità legate al ritorno alla terra si parlerà a “Green Food: mode e miti della rivoluzione sulla nostra tavola” il 26 febbraio alle 11, presso la Casetta Rossa alla Garbatella. Ne parleranno Annamaria Baiocco del Circolo Legambiente Garbatella, Luigi Di Paola del Coordinamento Orti Urbani Garbatella, Maya Vetri di Casetta Rossa, Gloria Salvatori di Eut-Orto, Luciano Ummarino della rivista Loop. Parteciperanno anche i rappresentanti di Coordinamento Orti Urbani Garbatella, vari Gruppi di Acquisto Solidale (GAS), Primavera Romana, AV ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 15/02/2011 17.09

Pedalo verso Palazzo Madama, posteggio al solito palo, sotto la garitta dei Carabinieri.
C'è uno strano silenzio stamattina nel palazzo. Per cercare la sala Nassirya, dove si svolge una conferenza stampa sulle rinnovabili sbaglio strada almeno sue volte, prima di essere soccorso da un collega di un'agenzia di stampa. Finisco prima al bar (tutte le strade portano al bar nei palazzi) e poi dal tabaccaio dove un'oscuro senatore paga le sigarette tirando fuori una mazzetta da 50 e da 100. Non sapevo si usasse ancora portare il contante così.
Anche al bar e al tabaccaio c'è silenzio e attesa. Di lì a poco arriverà la notizia del rinvio a giudizio del presidente del Consiglio.
Intanto in sala stampa (si chiamava così prima di essere int ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 14/02/2011 14.57

Fate attenzione a chi suona il campanello di casa presentandosi come incaricato dell'azienda che vi fornisce acqua, luce e gas e vi millanta favolosi risparmi. Girano per l'Italia numerosi ragazzi, pagati a provvigione, che vi propongono di passare a una nuova società.
Questo almeno nella forma più trasparente, in altri casi vi dicono che sono dell'Acea - se siete di Roma - o dell'Enel, (insomma della società presso la quale sanno che avete un'utenza attivata) e che firmando alcuni moduli avrete degli sconti. La caratteristica è che vi chiedono le bollette (per avere i codici necessari all'operazione) e se chiedete di saperne di più non vi lasciano alcun bigliettino loro, alcuna informativa, e sono molto insistenti.
La truffa sta nel fatto che molti anz ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 10/02/2011 10.07

Alle porte di Spoleto è stato trovato un lupo morto. Un altro è stato avvistato vicino alla superstrada, non lontano da Assisi. Gli esperti dicono che ormai la specie ha raggiunto la sua espansione massima, siamo quasi ai tempi dei Romani. Sabato cercherò di trovare almeno le tracce di quest’animale camminando sulle montagne spoletine. Bentornato lupo, era ora. Ti aspettiamo anche a Collepino, il cui nome tradisce la presenza del lupo, era infatti anticamente Colle lupino.

Da Gabriele Salari il 07/02/2011 14.53

Viviamo in una società in cui la brevità della comunicazione è stata assunta a valore supremo. Bisogna dire tutto in 20 righe, sfida affascinante, ma anche frammentazione della comunicazione. Se una volta scrivevo un articolo di 120 righe, ora mi viene chiesto un pezzo da 25, uno da 20 e tre da 12. Dov'è la differenza, direte voi? Beh, l'impossibilità di elaborare un discorso continuativo facendo delle concatenazioni tra eventi e pensieri. Doverlo sempre spezzettare comporta un impoverimento, una diminuzione dell'approfondimento. Si danno tanti flash, tante suggestioni, informazioni, un po' come se mandassimo una serie di sms al lettore, ma non si riesce ad andare a fondo su un unico argomento. I giornali riflettono quindi la comunicazione in Internet, fatta di post di 20 righe, quan ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 02/02/2011 9.06

Ho scoperto in casa dei libri che non pensavo di avere. Alcuni sono a brandelli e li farò rilegare come meritano perché affrontino una serena vecchiaia.
Ho scoperto a casa di Sarah (sì ha l'h, in Irlanda succede questo e anche di peggio!) dei libri che meritano di essere letti e la ringrazio per avermene fatto dono. Nessuno mi ha regalato a Natale l'ultimo libro di Corona (Maurizio, intendo!) che è un bellissimo romanzo che ruota attorno a una comunità in cui all'improvviso va via la corrente elettrica. Cosa succederà? Lo scoprirò presto perché me lo sono fatto regalare da un'amica che aveva sbagliato regalo e per la seconda volta mi aveva regalato uno strano attrezzo a forma di sciarpa che sciarpa non è perché “a Collepino fa freddo”. In realt ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 27/01/2011 15.25

La lepre che ho incontrato ieri notte, qualche tornante sotto casa, sembrava la protagonista de “L'Anno della lepre”, l'esilarante romanzo del finlandese Arto Paasilinna. Anche questa stava sul ciglio della strada come se stesse sfacciatamente chiedendo un passaggio, correva davanti alla macchina, si bloccava senza però far cenno a scappar via. Incontrarla mi ha fatto ricordare che era un po' che non camminavo in montagna e così questa mattina quando il sole è entrato prepotentemente nella stanza mi sono infilato gli scarponi e sono partito alla volta di Gabbiano Vecchio, un paese abbandonato poco lontano, immerso nei boschi del Subasio.
Il laghetto all'inizio del sentiero era ghiacciato e l'ho bucato con le bacchette per eventuali animali che volessero abbeverarsi. Nella prima ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 23/01/2011 13.21

Quando qualche mese fa ho visto in anteprima al Teatro Vittoria, in un evento organizzato da Greenpeace, lo spot appena realizzato dall'associazione ambientalista sul nucleare, ancora il Forum Nucleare & Co non aveva iniziato il “bombardamento mediatico nucleare”. Partite a scacchi truccate oggetto di uno spot che vediamo tutti i giorni in tv e sulle pagine dei giornali. Per di più con costi a carico dei contribuenti perché Enel è una società privata a capitale pubblico.
Spetta a tutti noi quindi far circolare il più possibile lo spot di Greenpeace “Energia Nucleare. Il problema senza la soluzione”. Perché è importante e perché ottimamente realizzato ... Leggi tutto »

Da Gabriele Salari il 18/01/2011 16.41

Vado dal giornalaio per comprare due quotidiani e torno con quattro. Con “Il Messaggero” in Umbria regalano “Il Corriere dello Sport” mentre con “Il Sole 24 Ore” danno “Il Giornale dell'Umbria”. L'edicolante mi fa “sono più quelli che regalo che quelli che vendo”. Il segnale non è di quelli più incoraggianti, così come il fatto che in un ufficio che frequento su 10 persone non circoli un solo quotidiano.
La lettura del giornale è destinata a diventare un rito del passato. “Scusa se ho fatto tardi, ma la mattina appena mi sveglio leggo i giornali sul web” mi dice una mattina il mio parroco ipertecnologico. Se non si comprende che il web è un complemento dell'informazione ma non può sostituire i quotidiani ci aspettano tempi difficili.
Io a ... Leggi tutto »

Tweet