I miei libri
Cerca nel blog
Links
Blog
Blog

Inviato da: Gabriele Salari
17/08/2009 0.00

Il pittore e scultore Norberto Proietti è morto, a 83 anni, nella sua abitazione di Spello la scorsa settimana.  Le sue opere sono esposte in un museo nella piazza del Comune di Spello dove mi piace sempre fermarmi. Non a caso in “Diario Umbro” parlo di lui, per quanto riesce a comunicare dello spirito umbro, del genius loci, con pochi semplici tratti e immagini poetiche.  
Norberto si è affermato in ambito nazionale e internazionale per i suoi paesaggi medievali in stile naif animati da fraticelli. Le sue opere sono state esposte in Lussemburgo e in America. 
Nei suoi dipinti il Medioevo fa da sfondo fisico, temporale e spirituale. Nell'ambito della scultura, l'artista è noto per le opere realizzate modellando il legno di ulivo e per il Pellegrino di pace, posto davanti alla Basilica superiore di Assisi, dedicato a San Francesco.
Così scrive Vittorio Sgarbi, uno dei suoi estimatori: “Norberto nasce a Spello. Non poteva, viste le sue propensioni successive, nascervi per caso: Spello è uno dei borghi medievali più integri e poetici dell'Umbria, immerso in una natura lussureggiante e serena, arricchita dalle testimonianze artistiche di Pinturicchio e di Perugino, oltre che di un importante "minore" come Cola Petruccioli o di un grande moderno come Trampolini”. Cordoglio per la morte del pittore e scultore è stato espresso dal sindaco di Spello, Sandro Vitali, che ha parlato di una “perdita che lascia un vuoto nel mondo dell'arte e della cultura”.

Tags:

Nome:
Titolo:
Commento:
Aggiungi Commento    Annulla  
Tweet