I miei libri
Cerca nel blog
Links
Blog
Blog

Inviato da: Gabriele Salari
05/11/2009 0.00

Nonostante le proteste degli abitanti che hanno messo alle finestre striscioni con la scritta “No!”, proseguono i lavori a piazza Gentile da Fabriano, al Flaminio, per la realizzazione di box auto privati. Il Comune afferma che gli scavi per i parcheggi vengono effettuati con le massime cautele per tutelare i beni privati e pubblici. Le foto scattate dai residenti e messe a disposizione delle Forze dell'Ordine e della stampa dimostrano che le regole affermate sulla carta non vengono poi messe in pratica dai costruttori privati. Infatti, nonostante il progetto del parcheggio interrato in Piazza Gentile da Fabriano preveda delle misure da porre in atto durante i lavori per proteggere le radici dei platani che da 80 anni ornano la piazza, nulla è stato fatto.
Lo scavo, che ha già raggiunto un metro e mezzo di profondità, è stato effettuato a meno di un metro dal fusto, nonostante la delibera del Consiglio Comunale del Comune di Roma (n. 56 2002) stabilisse per questo tipo di albero una distanza minima di 3 metri già ridotti a 2,80 metri dal progetto della ditta costruttrice, il Consorzio Park 92. Inoltre, nonostante gli impegni scritti del Consorzio, non è stata posta alcuna protezione per evitare che l’ area intorno al fusto venisse superata dai mezzi meccanici con il conseguente danno per le radici.
I cittadini del Flaminio vogliono evitare che, come troppe volte successo, un modo sconsiderato di realizzare lavori sul suolo pubblico porti alla distruzione di un bene che appartiene a tutti: alberi storici che puliscono l’aria e abbelliscono il quartiere.
“Se alla fine gli alberi moriranno, chi pagherà i danni? E soprattutto, se questi sono i modi di operare di chi realizza il parcheggio e di chi dovrebbe vigilare sul rispetto delle prescrizioni, chi garantisce i cittadini dal rischio di danni, ben più gravi, come quelli alla stabilità dei palazzi, che possono derivare da un tale disprezzo delle regole?” si chiedono gli abitanti.

Tags:

Nome:
Titolo:
Commento:
Aggiungi Commento    Annulla  
Tweet