I miei libri
Cerca nel blog
Links
Blog
Blog

Inviato da: Gabriele Salari
15/06/2011 14.36

Ecco quanto ho pubblicato su Famiglia Cristiana.it.
È partito il conto alla rovescia per la prima eclisse di Luna del 2011, che sarà totale e ben visibile anche dall'Italia. L'appuntamento con questo meraviglioso satellite della Terra è per questa sera, dalle 20,30 alle 24. Il momento di migliore visibilità, nubi permettendo, sarà attorno alle 22.12, anche se il periodo di osservazione è abbastanza lungo: l'eclissi sarà totale per addirittura 100 minuti, la fase più lunga degli ultimi 10 anni.  In sostanza, le eclissi si verificano perché la Terra proietta un cono d'ombra dietro di sé. La lunghezza del cono d'ombra della Terra è in media pari a 1.381.000 chilometri, circa tre volte e mezzo la distanza Terra-Luna. Oltre al cono d'ombra, la Terra proietta dietro di sé un ampio cono di penombra. Quando la Luna attraversa l'ombra della Terra si verifica un'eclisse lunare. L'eclisse può essere totale o parziale a seconda che la superficie del nostro satellite venga occultata totalmente oppure no. Quando la Luna non è perfettamente allineata con Terra e Sole e attraversa la parte più esterna del cono d'ombra, l'eclisse è parziale. Se invece è allineata con Terra e Sole e si immerge completamente nell'ombra l'eclisse è totale come nel caso di questa sera.  Le eclissi di Luna sono molto suggestive, perché il nostro satellite diventa di un colore rossiccio, a causa della rifrazione della luce riflessa dalla Luna da parte dell'atmosfera terrestre. Questa volta potrebbe essere anche più rossa del solito, perché la totalità inizia poco dopo il sorgere della Luna e quindi questa rimane bassa e più facilmente in questi casi è di colore rosso. Inoltre, proprio ora, tre vulcani in Islanda, Sud America ed Etiopia, stanno eruttando e potrebbero aver caricato gli strati alti dell’atmosfera di polvere, contribuendo alla colorazione del nostro satellite.  Quella di stasera sarà una delle eclissi più buie della recente storia dell'umanità: nella fase di totalità, con l'ombra dell'intero pianeta Terra proiettata su di lei, la Luna apparirà di color cenere e sembrerà quasi un buco nel tessuto del cielo.
Come osservarla -  Le regioni del Sud Italia sono favorite, dal momento che lì il sole tramonta prima che al Nord, quindi il fenomeno lo si percepisce meglio. Si può osservare il cielo anche a occhio nudo dalla finestra di casa ma un binocolo può essere di grande aiuto. L'ideale sarebbe recarsi lontano dalla città o comunque da fonti di inquinamento luminoso.   Può essere l'occasione per partecipare a una serata organizzata da un gruppo di astrofili (http://astroiniziative.uai.it/), che ci possono mostrare anche i pianeti e le stelle visibili nel cielo estivo. Gli osservatori astronomici, molti gestiti da ricercatori o semplici appassionati, sono una risorsa importante per la divulgazione scientifica e ci aiutano a comprendere meglio questi fenomeni.  In Italia l’eclissi sarà visibile già in corso, dal momento che in nessuna città si riuscirà a vedere il momento esatto in cui la Terra entrerà in traiettoria tra il sole e la Luna, visto che sarà ancora giorno. Il cielo nuvoloso rischia di rovinare la festa in Piemonte e Valle d'Aosta, mentre sul resto della penisola le previsioni sono incoraggianti. In tutto il mondo gli occhi saranno puntati verso il cielo, in Medio Oriente, in Asia e Africa orientale, come in Argentina. Si perderanno lo show, invece, americani e canadesi, e in parte chi si trova nel Nord della Norvegia e della Scozia, che non vedrà l'eclissi nella sua totalità. 
In un anno, ci sono solo due o tre eclissi parziali di Luna, mentre quelle totali sono più rare: l'ultima visibile dall'Italia si è verificata nel 2008 e per la prossima bisognerà attendere il 28 settembre  2015. 

Tags:

Nome:
Titolo:
Commento:
Aggiungi Commento    Annulla  
Tweet