I miei libri
Cerca nel blog
Links
Blog
Blog

Inviato da: Gabriele Salari
23/08/2012 13.00

Una siccità così non la si vedeva dal 2003. Anche se ora arrivasse un uragano d'acqua, assicurano i contadini, non servirebbe a niente, i raccolti sono compromessi. Basta guardare le olive del mio uliveto, che sono cadute a terra o si aggrappano piccole, striminzite, alla pianta. Forse non ci sarà neanche da raccoglierle quest'anno. I fichi stanno maturando sul mio albero nell'orto e sono piccolissimi però ci sono: il fico è un albero resistente anche a questo clima pazzo.
Il pozzo di mia zia è asciutto, il torrente qui vicino a secco...mai visto uno spettacolo di questo genere. Domenica scorsa nel duomo di Spello, ma in chissà quante altre chiese d'Italia si è pregato perché arrivi la pioggia, così come una volta si faceva per il terremoto o per la peste.
Aspettando i dati di agosto, il mese scorso è stato il sesto luglio più caldo degli ultimi due secoli. Forse è tempo di agire contro il cambiamento climatico!

Tags:

Nome:
Titolo:
Commento:
Aggiungi Commento    Annulla  
Tweet