I miei libri
Cerca nel blog
Links
Blog
Blog

Inviato da: Gabriele Salari
31/10/2012 19.24

Nel 1963 Francesco Rosi mandava sul grande schermo “Le mani sulla città”, un film di denuncia del modus operandi dei palazzinari che ha segnato un'epoca.
Oggi si dovrebbe parlare piuttosto di “Le mani sulla campagna”, visto quanto sta accadendo alla nostra campagna, ridotta sempre più a un antipasto di città, a una realtà periurbana degradata. Il suolo agricolo scompare a ritmi vertiginosi sotto l'avanzare dell'asfalto e del cemento. Di chi è la responsabilità di questa tendenza apparentemente inarrestabile?
C'è chi pensa, come Elena Granata e Paolo Pileri, docenti del Politecnico di Milano, che i Comuni siano inadeguati per loro natura ad affrontare il complesso problema del consumo di suolo, che troppo spesso ricade su di loro e prevale così l'interesse locale e non la strategia complessiva. Intanto qualcosa di buono potrebbe arrivare con il decreto legge Catania che si spera approdi in Parlamento prima della fine della legislatura. Non è perfetto, non lo è affatto, ma almeno è un passo avanti. Speriamo che il “governo tecnico” ci lasci con qualche atto concreto approvato.

Tags:

Nome:
Titolo:
Commento:
Aggiungi Commento    Annulla  
Tweet