I miei libri
Cerca nel blog
Links
Blog
Blog

Inviato da: Gabriele Salari
23/05/2013 9.41

Cosa dire di Don Gallo più delle tante parole spese in queste ore per ricordarlo. L'ho ascoltato anch'io più volte, ho letto i suoi libri, ma soprattutto l'ho conosciuto la prima volta attraverso le sue opere. Nella Repubblica Dominicana opera infatti la sua comunità, quella di San Benedetto al Porto, e lì ho passato il Capodanno diversi anni fa. Prima di allora non lo avevo neanche sentito nominare.
Mi dissi che se quello che faceva a Genova era pari alla bellezza del progetto de "Las Mariposas" era sicuramente un grande. E poi mi piace ricordare il fatto che nonostante fosse spesso in contrasto con le gerarchie cattoliche proprio Don Gallo è stato Papa. Papa nel senso etimologico di Pontefice, costruttore di ponti. Come Alex Langer anche Don Gallo aveva questa rara capacità di parlare con tutti, mettere d'accordo tutti. Per questo siamo in tanti oggi a ricordarlo, da Jovanotti ai ragazzi che aiutava al porto di Genova. In attesa di vederci, speriamo, in paradiso, ieri sera a casa abbiamo fatto il pane pensando a te, Don Andrea. Impastare, sporcarsi le mani, fare, tutte cose che credo ti piacciano.
 

Tags:

Nome:
Titolo:
Commento:
Aggiungi Commento    Annulla  
Tweet