I miei libri
Cerca nel blog
Links
Blog
Blog

Inviato da: Gabriele Salari
07/08/2013 16.25

Torno da Ventotene, dove come lo scorso anno ho tenuto un bel laboratorio di scrittura sui temi dell'ambiente e della natura rivolto agli adolescenti. Uno dei ricordi più belli dell'isola è stato lo spettacolo delle stelle cadenti la sera. Ogni giorno se ne vedeva qualcuna su quest'isola priva di inquinamento luminoso, appena ci si allontana dal paese.
Volta all'osservazione della stelle è anche l'iniziativa del 10 agosto degli amici di “Riparo".
Il nome Riparo è un verbo. Nasce da una frase del nostro Alex Langer: “Provate sempre a riparare il mondo”. Lascio a questi ragazzi, a cui va un grande in bocca al lupo la possibilità di spiegare il perchè di questo nome e il progetto:
“Ci piace l’idea che la fattoria possa essere per noi e per gli ospiti un modo per imparare sia ad offrire riparo al pianeta e all’altro sia ad aggiustare le cose che non vanno, in questo nostro mondo che corre spesso dimenticandosi di aver già in sé (nella natura così ricca e bella e nell’elemento umano, così perfetto e perfettibile) la chiave per costruire un pianeta più sostenibile per tutti.
Nell’estate 2011 arriva “l’occasione della vita”: la Diocesi di Albano sta cercando di trovare una soluzione per un podere di due ettari e mezzo ad Anzio, sulla via Nettunense. Si tratta di un vecchia donazione, non ancora utilizzata e che la Diocesi vorrebbe “mettere a frutto”, con un occhio rivolto allo sviluppo del territorio e ai giovani. nizia così la fase dei sogni: incontri su incontri per capire le reali intenzioni e i desideri di ognuno e poi le visite ad Anzio, per imparare a guardare la terra con lo “sguardo lungo” di chi ha intenzione di legare ad essa il proprio futuro e il proprio progetto di vita. Al termine, la risposta corale alla Diocesi: trasformare quel podere in una fattoria educativa, da un lato azienda capace di produrre frutti e ortaggi con metodo rigorosamente biologico, dall’altro nuova agenzia educativa che dalla natura trae gli insegnamenti da trasmettere ai più piccoli (e non solo). La scelta del tipo di società è ricaduta – con “naturalezza” - sulla cooperativa agricola.
 

Tags:

Nome:
Titolo:
Commento:
Aggiungi Commento    Annulla  
Tweet