I miei libri
Cerca nel blog
Links
Blog
Blog

Inviato da: Gabriele Salari
18/04/2009 0.00

E poi dicono che i giornalisti non hanno fiuto per la notizia, non fanno più il loro dovere. Spezziamo una lancia per loro prima che si spacchi un cornicione e li colpisca. E sì, perché gli inviati di La Stampa, Il Messaggero, Quotidiano Nazionale e Libero hanno pensato bene (e io con loro) di passare le notti lontano dai luoghi terremotati ma non troppo. Così la mattina si è sul posto. E guarda un po’ l’epicentro negli ultimi giorni si è spostato proprio sotto il nostro albergo a Rocca di Cambio. “Stai al telefono proprio sull’epicentro” mi fa Neirotti de La Stampa che ha appena trasmesso il pezzo con l’ultima battuta del presidente del Consiglio: “Mi piacerebbe tanto stare qui ad abbronzarmi con voi” diretto agli sfollati nelle tende. Pare che dopo il libro con le barzellette di Totti stia per uscire quello del Cavaliere. Fondi in beneficienza anche qui, ma per i terremotati. Anzi per gli abbronzati. L’informazione sul terremoto è un bel circo dove può capitare che l’altra sera il Tg1 strilli “Domani riaprono le scuole” salvo venir smentito poco dopo da super Bertolaso ospite in studio. Intanto i giornalisti partono a caccia di notizie e, se vogliono, le trovano. Come il bel pezzo di Ferruccio Sansa su La Stampa di oggi che ci racconta che l’università di ingegneria dell’Aquila era costruita con la plastica al posto del cemento. Roba da brividi. Storie di ordinario terremoto.

Tags:

Nome:
Titolo:
Commento:
Aggiungi Commento    Annulla  
Tweet